Artisti /
Soft Cell

Artisti /
Soft Cell

epico

Soft Cell

Non-Stop Erotic Cabaret

Doppio Vinile Colorato

€39,90

Quantità

1

Non è consentito l'acquisto di oltre 3 pezzi dello stesso prodotto.

Disponibile dal 20/10/2023

epico

Versione esclusiva stampata su Doppio Vinile Colorato in una confezione Gatefold Deluxe che include tutti i testi delle canzoni e note bio-discografiche.

LP1
Lato A

  1. Frustration 
  2. Tainted Love 
  3. Seedy Films 
  4. Youth 03:21
  5. Sex Dwarf 

Lato B

  1. Entertain Me
  2. Chips On My Shoulder 
  3. Bedsitter 
  4. Secret Life 
  5. Say Hello, Wave Goodbye 


LP2
Lato A

  1. Memorabilia (Single Version) 
  2. A Man Could Get Lost (Single Version) 
  3. Persuasion (Edit of 12” Single B-Side) 
  4. Where Did Our Love Go? (Single B-Side) 
  5. Facility Girls (Single B-Side) 
  6. Say Hello, Wave Goodbye (Single B-side, Instrumental) 

Lato B

  1. Fun City (Edit of 12” Single B-Side) 
  2. Torch (Single Version) 
  3. Insecure Me (Single B-Side) 
  4. What! (Single Version) 
  5. …So (Single B-Side) 

Il debut album di Marc Almond e Dave Ball, AKA Soft Cell, è considerato un classico dell’electronic music

 

Non-Stop Erotic Cabaret consegnò al mondo singoli leggendari come Tainted Love (uno dei maggiori successi globali di tutti i tempi), Bedsitter e Say Hello Wave Goodbye, oltre a scioccare e deliziare in egual misura con una track-listing di 10 canzoni che affrontavano temi oscuri e vietati.

 

Sex Dwarf, Frustration, My Secret Life, Seedy Films… quattro decadi dopo questi brani posseggono ancora quell’autentica forza originale in cui convivono estasi, scandalo, indignazione e tormento.

 

Questa nuova edizione esclusiva in doppio vinile colorato di Non-Stop Erotic Cabaret è stata rimasterizzata da Barry Grint ed aggiunge un secondo LP con rarità del periodo 1981-1982, brani come Memorabilia, A Man Can Get Lost, Torch e What!

 

La confezione gatefold Deluxe dell’album include tutti i testi delle canzoni e note bio-discografiche di Adrian Thrills con nuove interviste a Marc Almond e Dave Ball in cui si ripercorre la storia del disco.